Viaggio a Ravenna: città d’arte e di cultura.

Ravenna non è soltanto la città romagnola più ricca d’arte e di cultura della Emilia Romagna, ma potremmo dire di tutta l’Italia”

È

anche il luogo dove si può vivere contemporaneamente una vacanza al mare e al sole, essendo la città ricca di lidi che si affacciano sul Mare Adriatico con bellissimi alberghi, ma anche una vacanza ricca di cultura e di storia.

Dopo la mattinata al mare o nella piscina di un hotel di Ravenna come l’hotel Dafne si può fare una gita per visitare ad esempio il Mausoleo di Galla Placidia la cui origine viene fatta risalire tra il 425-450 ad opera della sorella dell’imperatore Onorio, che però non fu ma seppellita a Ravenna ma a Roma. La forma del mausoleo è a croce latina, esternamente è molto modesto per cui quando si entra si resta estasiati dalla luce che si riflette sui mosaici alle pareti, alle lunette e sulla cupola creando una magica atmosfera ricca di stelle.

Un’altra opera d’arte che mi ha conquistato è stato il Battistero Neoniano considerato uno dei più antichi monumenti ravennati in quanto eretto intorno agli inizi del V secolo, in concomitanza con il Duomo, così chiamato in quanto furono restaurate la cupola e la decorazione interna all’epoca del Vescovo Neone. In particolare la struttura è ricca di marmi nella parte inferiore, di stucchi nell’area mediante e di mosaici in quella superiore. Al centro si trova una bellissima vasca ottagonale di marmo greco e porfido mentre sulla cupola è rappresentato il Battesimo di Cristo nel fiume Giordano, bellissime sono le figure dei 12 apostoli con San Pietro e San Paolo in testa.

Infine ci si può recare alla Basilica di Sant’Apollinare in Classe risalente al 500, a pochi chilometri da Ravenna, dedicata al martire Sant’Apollinare anch’essa ricca di mosaici. In alto, una croce che risplende del volto di Cristo si trova al centro di un enorme cielo stellato, con Elia e Mosè, sotto le vesti di agnelli, ci sono gli apostoli Pietro, Giacomo e Giovanni. A vegliare su tutti e sulla città con le braccia aperte si può vedere Sant’Apollinare, primo Vescovo della città

basilica-sant-apollinare-in-classe-ravenna

Basilica di Sant’Apollinare in Classe

Una cosa importante è che tutti i monumenti della città sono circondati da parcheggi e sono accessibili a persone con disabilità motorie, inoltre grazie ad un biglietto cumulativo si possono visitare la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, il Battistero Neoniano, la Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia, il Museo e la Cappella Arcivescovile. Per maggiori informazioni, costi e orari di apertura, vi consiglio di visitare il sito http://www.turismo.ra.it/ita/Come-arrivare.

Lascia un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Contattaci

Ti risponderemo al più presto.

Non si legge? Cambia testo. captcha txt
genova-porto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: